Luoghi turistici

Ristoranti, Località Balneari e Locali Notturni

Il meglio della cucina pugliese sia di carne che di pesce. Una delle diete più buone e salutari al mondo.
Tra le più belle località balneari italiane adatte sia alle famiglie che ai giovani con un mare limpido e pulito.
Per gli sportivi vicino al nostro bb sono a disposizione un centro velico, kitesurf, ippica e pista di go-kart.
E per i più modaioli non mancano locali notturni anche in riva al mare o addirittura sulla spiaggia, serate in musica, concerti e tanto shopping.

…e tanto altro ancora all’insegna del divertimento e del relax!


  • Torre Guaceto

    Splendida oasi con un area marina protetta è una riserva naturale dello stato. Passeggiate tra le calette immersi nella natura.


  • Alberobello

    Celebre per le sue caratteristiche abitazioni, chiamate trulli che, dal 1996, sono patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, fa parte della Valle d’Itria. Assolutamente da visitare.


  • Lecce

    La città dove più elaborato è stato lo sviluppo dell’arte barocca sfruttando le caratteristiche della pietra locale, la pietra leccese. Si parla, infatti, di barocco leccese e, per la bellezza dei suoi monumenti, la città è definita la Firenze del Sud.
    In più: teatri, shopping e mercatino dell’antiquariato.


  • Ostuni

    Detta anche Città Bianca, per via del suo caratteristico centro storico interamente dipinto con calce bianca. Insieme a Taranto e Santa Maria di Leuca, costituisce uno dei vertici ideali della penisola salentina.
    In più: shopping in viale Pola e molti locali per la sera.


  • Grottaglie

    La città si trova sul pendio di una collina delle Murge chiamata Monte Pizzuto, nell’entroterra di Taranto e all’estremità meridionale di quella Murgia dei trulli. Famosa per le sue ceramiche e la scuola d’arte.


  • Polignano

    Il nucleo più antico della cittadina sorge su uno sperone roccioso a strapiombo sul mare Adriatico.
    Di notevole interesse naturalistico sono le sue grotte marine e storicamente importanti sono il centro storico e i resti della dominazione romana. Tra questi ultimi il ponte della via Traiana, tuttora percorribile, che attraversa Lama Monachile.
    In più: ristoranti, gelaterie, vetreria d’arte, gare di tuffi RedBull.


  • Otranto

    Situato sulla costa adriatica della penisola salentina, è il comune più orientale d’Italia: il capo omonimo, chiamato anche Punta Palascìa, a sud del centro abitato, è il punto geografico più a est della penisola italiana. Dapprima centro messapico e romano, poi bizantino e più tardi aragonese, si sviluppa attorno all’imponente castello e alla cattedrale normanna.
    In più: ristoranti, pizzerie e tanto shopping.


  • Castelana Grotte

    Le grotte di origine carsica di interesse speleologico e turistico si estendono per una lunghezza di circa 3 chilometri, fino a raggiungere profondità dell’ordine di 72 metri al di sotto del livello del suolo dove è possibile raggiungere l’affascinante Caverna Bianca.


  • Oria

    Città medioevale con castello, situata in territorio collinare nel Salento settentrionale al confine con la Murgia, nel 1951 le è stato conferito il titolo di città Importante centro messapico e successivamente romano, la città è nota fin dal medioevo per la sua comunità ebraica.
    rievocazione storica con sfilata e giochi medioevali.


  • Carovigno

    Cittadina collineggiante fa parte dell’Altosalento ed è un centro di produzione di olio di oliva di qualità.
    In più: splendido castello “Dentice di Frasso” e ristoranti dove cenare o fare happy hour.


  • Mesagne

    È situata lungo la via Appia Antica
    In più: grazioso centro storico con vari ristoranti, birrerie, pizzerie e bar particolari.


  • Ceglie Messapica

    È una delle città più antiche della Puglia e fu fondata attorno al XV secolo a.C., e per le sue chiese molto antiche, il castello e il cibo prelibato, gli stranieri ne sono molto attratti.
    In più: locali all’aperto molto carini.


  • Brindisi

    Importante centro del Salento nell’Italia meridionale, la città ha rivestito storicamente un importante ruolo commerciale e culturale, dovuto alla sua fortunata posizione verso Oriente e al suo porto naturale, ancora esistente, sul mar Adriatico.
    In più: musei, cattedrale, tempio di San Giovanni, Palazzo Nervegna, lungomare e porto turistico, ristoranti e gelaterie.


  • Francavilla Fontana

    È soprannominata anche la Città degli Imperiali, in onore dei principi Imperiali che governarono la città ininterrottamente per circa due secoli, portando il feudo all’apice della potenza, che di conseguenza divenne uno dei maggiori centri culturali e industriali dell’area
    Sede della Fiera Nazionale dell’Ascensione, terzo polo fieristico regionale dopo Bari e Foggia, nel 2009 ha ottenuto dalla Regione Puglia il riconoscimento di “città d’arte”.


  • Cisternino

    Si affaccia sulla valle d’Itria tempestata di trulli con un caratteristico centro storico dove sarà possibile mangiare nelle viuzze dell’ottima carne cucinata al momento direttamente dalle macellerie.


  • Martina Franca

    Nota per il festival musicale della Valle d’Itria (fondato nel 1975 da Alessandro Caroli), sorge sulle propaggini meridionali della Murgia.
    In più: centro storica, shopping sulla via per Ceglie, mercato dell’antiquariato, pasticcerie, teatro e concerti.


  • Locorotondo

    Centro turistico della valle D’itria, commerciale, famosa per il vino bianco Locorotondo e appartiene all’associazione de “I borghi più belli d’Italia”. La città era detto fino a metà ottocento “Luogorotondo” per la caratteristica forma rotonda dell’abitato.
    In più: ristoranti, festival dei fuochi d’artificio.


  • Bari

    È nota per essere la città nella quale riposano le reliquie di san Nicola. Tale privilegio ha reso Bari e la sua basilica uno dei centri prediletti dalla Chiesa ortodossa in Occidente.
    Bari ha una solida tradizione mercantile e da sempre è punto nevralgico nell’ambito del commercio e dei contatti politico-culturali con l’Est europeo e il Medio Oriente. Il suo porto è oggi il maggiore scalo passeggeri del Mar Adriatico. Dal 1930 si tiene a Bari la Fiera del Levante.
    Il peculiare centro storico (la cosiddetta Barivecchia) è permeato di una storia millenaria e si contrappone all’ottocentesco quartiere murattiano dall’ordinata pianta a scacchiera, che meglio interpreta la tradizione commerciale della città.
    In più: vari teatri.


  • Taranto

    La città è conosciuta anche come “la città dei due mari”, essendo caratterizzato dalla presenza di tre penisole naturali e di un’isola artificiale, formatasi in seguito al taglio della penisola originale eseguito durante la costruzione del fossato del Castello Aragonese.
    In più: museo degli ori dell’antica Grecia, centro storico con cattedrale, ponte girevole, porto, shopping e ristoranti di pesce.


  • Gallipoli

    La città è protesa sul mar Ionio ed è divisa in due parti: il borgo e il centro storico.
    Il centro storico, si trova su un’isola di origine calcarea, collegata alla terraferma attraverso un ponte ad archi seicentesco.
    Di notevole importanza storico-naturalistica è l’Isola di Sant’Andrea, circa un miglio al largo del centro storico, caratterizzata dalla presenza di animali selvatici, come il Gabbiano corso.
    In più: porto, shopping e ristoranti di pesce.


  • Santa Cesarea

    Situato sulla costa orientale della penisola salentina, all’imbocco del Canale d’Otranto, è uno dei centri a maggiore vocazione turistica del Salento.
    La località è caratterizzata dalla presenza di sorgenti termali di acque sulfureo-salso-bromoiodiche che sgorgano a una temperatura di 30° in quattro grotte denominate Gattulla, Solfurea, Fetida e Solfatara.
    LOCALI NOTTURNI